• 7
  • 8
  • 3
  • 4
  • 2
  • 6
  • 5
  • 022580_Raganella2
  • 1

Cervone (Elaphe quatuorlineata )

Il Cervone (Elaphe quatuorlineata ) è il più lungo serpente italiano, la sua lunghezza può variare dagli 80 ai 240 cm, anche se mediamente si aggira intorno ai 160 cm . È di colore bruno-giallastro con le caratteristiche quattro scure barre longitudinali. Si nutre di piccoli mammiferi, piccoli rettili e uova, capita spesso nelle zone agricole ti trovarlo a predare le uova delle galline e per questo viene brutalmente ucciso. Predilige la macchia mediterranea, il limitare di boschi, i boschi radi e soleggiati o in genere i luoghi con vegetazione sparsa, le sassaie, i muretti a secco e gli edifici abbandonati.

Nota di folklore:

Qui in Calabria viene chiamto "Mpasturavacchi" o " Serpe". La leggenda del Mpasturavacchi vuole che il Cervone si attacchi alla mammella delle mucche e che ne succhi il latte. Sempre secondo le leggende popolari il Cervone in questo caso " A Serpe", si intrufolerebbe nelle abitazioni per bere latte direttamente dalle donne in allattamento durante il sonno e nel caso anche leccarlo dalla bocca dei lattanti. Inutile dire che solo di legende si tratta .Non lo vedo proprio un serpente che succhia a mo di neonato attaccato ad un capezzolo, la conformazione della sua bocca non so quanto possa renderlo possibile. Ricapitolando, probabilmente queste leggende, che dalle mie parti sono ancora vive e in cui molti credono fermamente, oltre ad aumentare la storica disinformazione sui serpenti fonte per gli stessi di disagio, prendono spunto e sono alimentate dalla paura e dalla fantasia umana per il fatto che il cervone, uno dei serpenti più docili, frequenta le stalle alla ricerca di qualche ratto e per stare più caldo, i pollai alla ricerca di uova, ma sicuramente non alla ricerca di latte.

Ultime note legate alla cultura popolare della mia regione:

- Sembra che il cervone arrivato ad una certa età sviluppi sulla testa un corno o degli enormi baffi che lo rendono alla vista una creatura demoniaca. In realtà qualche nostro antenato l'avrà visto in periodo di muta, quando i serpenti si splogliano della vecchia pelle (exuvia).

- Ci sono alcune persone che dicono di parlargli e che in questo modo lo dissuadano definitivamente a mangiare le uova nei loro pollai.

Dimenticavo, sempre secondo leggende popolari, la "Serpe" il Cervone morderebbe una sola volta all'anno, quindi state attenti a non trovarvi nel momento sbagliato e nel posto sbagliato, rischiereste di essere morsi da un serpente costrittore, non velenoso, docilissimo e che difficilmente si difende con il morso.

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies. Utilizzando questo sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.